TR-069
è un insieme di specifiche redatto dal DSL Forum (not anche come Broadband Forum) che definisce un protocollo per la gestione remota di device lato end-user. Basato su chiamate bidirezionali SOAP/HTTP-HTTPS, permette la comunicazione tra CPE (Customer-Premises Equipment) e ACS (Auto Configuration Servers) e può essere utilizzato con svariate tipologie di prodotti come ad esempio modem, router, gateway, IAD, set-top box e telefoni VoIP. Lo standard TR-069 è stato pubblicato ufficialmente nel maggio 2004 per la configurazione automatica dei device fino ad arrivare alla versione attuale 1.4 del novembre 2013.


Il TR-069 prevede che i messaggi scambiati (di tipo testuale) fra i terminali e l'ACS siano trasportati su HTTP o HTTPS considerando il terminale come client e l'ACS come server: tutte le sessioni quindi sono iniziate dalla CPE. Il server però ha sempre la possibilità di forzare la CPE a richiedere una connessione immediata tramite una chiamata specifica sempre di tipo HTTP/HTTPS.

Il protocollo SNMP (Simple Network Management Protocol), anch'esso nato per la gestione remota di device di rete, prevede invece un funzionamento con logica contraria rispetto al TR-069: è sempre il manager server a contattare il terminale che poi risponderà alle sue interrogazioni. SNMP è stato reso standard nella sua prima versione nel 1988 fino ad arrivare alla sua attuale versione v3 nel 2004. Nel tempo il protocollo è stato esteso alla gestione e monitoraggio di oggetti molto diversi tra loro come ad esempio router, server, switch, telefoni VoIP, videocamere IP, computer, stampanti ma anche servizi resi da server.

In definitiva quindi i due protocolli non sono alternativi ma sono due validi strumenti con peculiarità proprie: TR-069 nasce efficacemente per autoprovisioning e autoupgrade di device proprio perchè sarà la CPE a contattare l'ACS nel momento dell'accensione mentre l'SNMP è normalmente usato per monitoraggio remoto e successivo report delle informazioni raccolte. Va detto tuttavia che è possibile usare SNMP anche per l'invio di configurazioni e firmware agli apparati permettendo così la gestione di apparati "legacy" che non implementano il TR-069.